Bonus Docenti

Usufruire del Bonus Docenti con EIFORMAZIONE.it

Buona Scuola: tutto quello che c’è da sapere sui 500 euro per la formazione



La Legge 107/2015 “La Buona Scuola” ha stanziato a decorrere dal 2015, come specificato ai commi 121, 122 e 123, 381 milioni di euro per sostenere la formazione continua dei docenti e valorizzarne le competenze professionali. Ogni docente di ruolo riceverà una carta dell'importo nominale di euro 500 annui per ciascun anno scolastico.

CHI HA DIRITTO AI 500 EURO PREVISTI PER LA FORMAZIONE CONTINUA DEI DOCENTI?
Tutti i docenti di ruolo delle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado, dalla scuola dell’infanzia alla scuola secondaria di II grado. [Fonte: Legge 107/2015, comma 121; DPCM del 23 settembre 2015]
COME SONO ASSEGNATI I 500 EURO PREVISTI PER LA FORMAZIONE CONTINUA DEI DOCENTI?
Per l’anno scolastico 2015/2016 i 500 euro sono stati assegnati con un versamento diretto ai beneficiari erogato in ottobre. A partire dall’anno scolastico 2016/2017, gli insegnanti riceveranno una Carta elettronica dell'importo nominale di 500 euro annui per ciascun anno scolastico. Funzionerà come un bancomat, utilizzabile su uno dei principali circuiti di pagamento. [Fonte: Legge 107/2015, comma 121; DPCM del 23 settembre 2015, nota di NoiPA sulle modalità di pagamento]
I COSTI DI ISCRIZIONE AI MASTER, CORSI E CERTIFICAZIONI LINGUISTICHE-INFORMATICHE EIFORMAZIONE 2016/17 SONO VALIDI PER USUFRUIRE DEL BONUS DOCENTI?
Si, come precisa la legge, il Bonus può essere utilizzato:
  • per iscriversi a corsi di laurea, specialistica o a ciclo unico che abbiano attinenza col profilo professionale, ovvero ad un corso post-laurea o ad un master universitario inerente al proprio profilo professionale;
[Fonte: Legge 07/2015, comma 121]

Le spese sostenute dai docenti destinatari del bonus di 500 per l’aggiornamento professionale, iscrivendosi a uno dei Master/Corsi proprosti da EIFORMAZIONE.it nell'A.A. 2016/17 si potranno rendicontare fino al 15 ottobre 2017.
Lo prevede una nota esplicativa inviata alle scuole che proroga il termine inizialmente fissato al 31 agosto per dare a insegnanti e scuole più tempo per mettere insieme documentazioni di spesa e dichiarazioni di rendicontazione.
I docenti potranno presentare come documenti che provano le spese sostenute entro il 31 agosto:

  • · la ricevuta fiscale;
  • · la fattura;
  • · la ricevuta di bonifico bancario;

La documentazione delle spese sostenute dovrà essere consegnata in originale o in copia dichiarata conforme all’originale all’Istituzione scolastica di ultima titolarità. Il Ministero mette anche a disposizione un modello per la rendicontazione inviato sempre oggi alle scuole. Nella nota si specificano anche le tempistiche per gli Uffici amministrativi delle scuole che dovranno inviare la documentazione relativa alle spese agli Uffici scolastici regionali.
LA FORMAZIONE SULLE LINGUE: UN PUNTO IMPORTANTE
Nel ‘Piano per la formazione 2016/2017’, un pilastro importante è riservato alla formazione sulle lingue che riguarderà 130 mila insegnanti. Tutti i docenti potranno fruire di scambi, visite e gemellaggi previsti dal programma Erasmus+. I docenti della #Scuola primaria, dovranno impegnarsi per raggiungere il livello B1 di conoscenza linguistica (20 mila di loro) o i livello B2.10 mila insegnanti verranno formati per il Clil.
Altri 10 mila docenti delle secondarie di I° grado dovranno invece raggiungere il livello B2 di conoscenza linguistica. Alle Superiori saranno 50 mila gli insegnanti a cui verranno impartite lezioni di lingua straniera ( 20 mila docenti di discipline non linguistiche saranno portate al livello C1). Il bonus continuerà dunque anche per l’anno prossimo proprio perché rappresenta un piccolo contributo da parte dello Stato riconosciuto a tutto il corpo insegnate.
QUANDO SI POSSONO SPENDERE I 500 EURO?
Nel corso dell’intero arco dell'anno scolastico, cioè dall’1 settembre al 31 agosto. [Fonte: Legge 107/2015, comma 121;]
Nota prot. 12228 del 29 agosto 2016
Modello A
Modello B